Avrei voluto vivere negli anni ‘50. Avrei voluto un armadio pieno di vestiti a pois, di quelli dalla gonna ampia che ti fa venir voglia di girare su te stessa. 
Avrei voluto passare pomeriggi con i bigodini in testa nella sala di un parrucchiere di provincia, a chiacchierare con le amiche. Avrei voluto portare fiori tra i capelli, come fosse sempre primavera. E, il sabato sera, organizzare feste nel salotto buono della mamma, una di quelle feste in cui basta un giradischi e una buona compagnia a creare l’atmosfera. Mi sarebbe piaciuto andare al ballo della scuola, e ballare il rock ‘n’ roll tutta la notte, come a volte fa mio padre nei giorni di festa. E poi bere la Coca Cola nelle bottiglie di vetro, guidare una Cadillac con il vento tra i capelli e fare il bagno d’estate con il costume intero. Avrei voluto pranzare al tavolo di un fast food americano, di quelli con il pavimento a scacchi e gli sgabelli in pelle e poi scegliere la mia canzone preferita al jukebox, perchè, vi assicuro, quella canzone avrebbe avuto tutt’altro suono. E tutt’altro valore. Avrei voluto vivere nell’epoca in cui c’era ancora il corteggiamento, quello vero. E i baci fuori al portone di casa avevano ancora la loro magia. L’epoca in cui non esistevano cellulari, tablet, tantomeno Whatsapp. E l’unico modo di amare era guardarsi negli occhi. 
-

(via thesmelloflowers)

Dio.

(via lamorenascedagliocchiblog)

E l’unico modo di amare era guardarsi negli occhi. 

(via averpauradisognare)

IO FACCIO QUEL CAZZO CHE VOGLIO, DOVE CAZZO VOGLIO E QUANDO CAZZO MI PARE, solo se mamma mi da l’okay.
- (via incomprehensibilis)
Facciamo le valigie e scappiamo insieme in uno di quei posti dove il giorno stai al sole e la sera ti ubriachi e fai l’amore.
- Ilragazzoconlepaure (via ilragazzoconlepaure)
angelo-da-bar:

vitairae:

'you remind methat I have to drink to forgetto remember you.’( Florence, 22/08 )

//
Comunque ho ancora sei libri da finire e mille da iniziare, una persona da andare a riprendere, cantanti da incontrare, la mia autostima da riconquistare, un treno da prendere e sette miliardi di occhi da incrociare prima della fine del mondo.

okay so a friend and i decided to carry a mattress, 4 blankets, 3 pillows and a bag of alcohol to a cliff, we were drunk and high. all we wanted to do was spend time together and then we fell asleep and i woke up to this.
Gli amori sono quasi tutti uguali. La differenza, adesso, falla tu.
- Toto Cutugno, Quanti amori.
Non si può piacere a tutti. Io spero di piacere a te.
Scrivimi. Scrivere è come baciare, solo senza labbra. 
Scrivere è baciare con la mente.
-

Daniel Glattauer (via egocentricacomeigatti)

(via felicementedepressa)

unbreaked:

nitrogen:

(18+)

 dark pale/glow blog 
Elegant Rose